12 Serie TV per imparare l’inglese

Raffaele Terracciano

12 serie TV per imparare l'inglese

Imparare l’inglese guardando le serie TV: troppo bello per essere vero? No, anzi!

La stragrande maggioranza di film e serie TV disponibili online è in lingua inglese, e con i giusti accorgimenti è possibile trasformare pigre serate sul divano in eccezionali sessioni di studio!

In questo articolo vediamo insieme perché le serie TV funzionano meglio dei film per imparare le lingue, qual è la funzione dei sottotitoli, e ovviamente quali sono le migliori serie TV americane e britanniche per imparare l’inglese!

Perché funziona?

Imparare l’inglese attraverso le serie TV funziona per pochi ma fondamentali motivi.

  • Scegli tu la serie TV in base ai tuoi interessi ed alle tue preferenze. Questo è un aspetto troppo spesso sottovalutato quando si studia.
  • Specialmente con le serie molto lunghe, dopo un po’ di tempo abbiamo l’impressione di conoscere personalmente i personaggi, e questo, oltre al coinvolgimento emotivo che ne deriva, ci aiuta ad imparare meglio!
  • Spesso gli episodi vanno dai 20 ai 40 minuti: la durata perfetta per una sessione di intrattenimento/apprendimento!
  • Il linguaggio utilizzato è discorsivo: sono dialoghi naturali, spesso arricchiti anche da colloquialismi.
  • Puoi imparare nuove parole e la loro pronuncia in contesto, e non in maniera isolata. Proprio come accade nella vita reale.
  • Insieme all’inglese, scopri anche aspetti importanti della cultura, in questo caso americana o inglese.

Come funziona?

Imparare l’inglese attraverso le serie TV equivale a premere play e rilassarsi sul divano? Non esattamente…

Innanzitutto bisogna essere consapevoli che non possiamo iniziare il nostro viaggio di apprendimento dell’inglese dalla TV.

Il livello per uno studente principiante è troppo alto. E ci sono altri strumenti decisamente più utili per gli studenti ai primi livelli.

Quindi imparare l’inglese con le serie TV è un’attività ideale per chi ha già un livello intermedio in inglese.

Il linguaggio utilizzato infatti è naturale, madrelingua, fuori portata per studenti ai livelli più bassi.

Fuori portata anche per gli studenti al livello intermedio? No, grazie alla magia dell’input comprensibile.

Come rendere comprensibile un input madrelingua? Con i sottotitoli!

Sottotitoli

Se l’obiettivo è quello di imparare l’inglese, allora attivare i sottotitoli è un passo obbligatorio.

Attenzione, non intendo i sottotitoli in italiano! Se attiviamo i sottotitoli in italiano, alla fine non faremo altre che leggere in italiano! E non impareremo nulla!

I sottotitoli devono essere rigorosamente in inglese!

E anche se i più coraggiosi e avanzati possono provare a seguire anche senza sottotitoli, io credo che avere i sottotitoli in inglese non faccia mai male.

Anzi, è sempre un rinforzo utile. E poi c’è sempre da imparare!

Per gli smanettoni, una piccola “chicca”: usando il browser Chrome, potrete attivare un’estensione che si chiama “Language Reactor”, che può mostrarvi anche due set di sottotitoli allo stesso tempo! Nel nostro caso, inglese ed italiano!

Un ultimo consiglio: se c’è qualche parola che non conosci, prova a segnartela o cercarla su Google Translate. Ma non farlo troppo spesso!

Fallo soltanto per le parole che si presentano più volte, o che sono assolutamente necessarie per la comprensione degli eventi.

Ricorda: l’obiettivo è imparare divertendosi, non trasformare una puntata di 30 minuti in una lezione di 4 ore…

Serie TV

Premessa: se stai cercando delle serie TV di nicchia, questa lista non è l’ideale per te.

Infatti, uno degli aspetti più importanti per trasformare una serie TV da intrattenimento ad apprendimento è che tu conosca già il contesto, i personaggi e l’ambientazione, in modo da poterti concentrare sul linguaggio.

Anzi, guardare in inglese puntate che hai già visto in italiano è un ottimo modo per amplificare il nostro apprendimento!

Ecco le 13 serie TV che ti consiglio per imparare l’inglese, suddivise in americane ed inglesi.

Alla fine ho aggiunto anche alcune serie molto popolari, ma da “usare con cautela”…

Americane

Friends

Come non cominciare da questa sitcom? Una delle più seguite e più premiate di sempre, a livello internazionale!

La serie segue le avventure di 6 amici che abitano a Manhattan e che affrontano quotidianamente momenti divertenti, complicazioni inaspettate e gli alti e bassi delle loro vite sentimentali e professionali.

È un ottimo strumento di studio soprattutto per la caratterizzazione dei personaggi e per i dialoghi sempre molto spiritosi.

Inoltre, con 10 stagioni ed un totale di 236 episodi, non si rischia mai di rimanere a corto di puntate da guardare!

Ogni episodio dura circa 20 minuti, quindi guardare 1 o 2 episodi al giorno è un compito più che fattibile!

Dove guardarla: Netflix

The Simpsons

Forse la serie TV animata per adulti più famosa di tutti i tempi: come non includerla in questa lista?

Pur essendo una serie animata, è una rappresentazione satirica della vita in America.

Ambientata a Springfield, una cittadina fittizia, segue le avventure, o meglio le disavventure, quotidiane della famiglia Simpson, composta da Homer, il padre pigrone e svogliato; Marge, la madre tuttofare; Bart, il figlio vivace e ribelle; Lisa, la figlia brillante e impegnata; e Maggie, la piccola di casa.

Il linguaggio molto informale è in realtà uno dei suoi punti forti, e con più 30 stagioni e 700 puntate, non credo riusciremo mai a guardarla tutta dall’inizio alla fine!

Dove guardarla: Disney+

PS: Se ti piace il genere, considera anche altre serie come Futurama, o i Griffin!

The Big Bang Theory

Ecco una delle serie TV più popolari degli ultimi anni, che si è conclusa soltanto nel 2019, dopo 12 stagioni e quasi 300 episodi.

Questa volta siamo in California, più precisamente a Pasadena.

La particolarità della serie è il suo mix di umorismo e riferimenti alla cultura scientifica: infatti i protagonisti sono tutti dei giovani scienziati. Beh, quasi tutti…

Amicizia, amore, carriera e passioni da “nerd” sono gli ingredienti di questa serie, tra le più seguite e celebrate.

Dove guardarla: Netflix o Prime Video

Stranger Things

Per gli amanti del sovrannaturale, a metà strada tra il giallo e l’horror, Stranger Things è una serie imperdibile.

Ambientata negli anni ’80 nella piccola cittadina americana di Hawkins, la serie segue un gruppo di adolescenti alla ricerca della soluzione ad un mistero paranormale.

Mostri sovrannaturali, strani fenomeni ed un’eroina con poteri psichici straordinari sono gli ingredienti principali della serie, che fa dei continui richiami alla cultura pop degli anni ’80 uno dei suoi punti di forza.

Dove guardarla: Netflix

How I Met Your Mother

Per tanti, questa sitcom è stata la vera erede di Friends!

Ed in effetti ci sono diversi punti di contatto tra le due serie: anche qui siamo a New York, e il centro della vita sociale del gruppo di amici è un pub.

Ma non svelo altro, per tutti quelli che non l’avessero ancora vista!

Non mancano ovviamente momenti esilaranti e situazioni commoventi, con i personaggi principali che affrontano quotidianamente le sfide dell’amicizia, dell’amore e della vita professionale.

Un’ultima cosa: ma perché in italiano le hanno dovuto tradurre il nome con “E alla fine arriva mamma”? “Come ho incontrato tua mamma” non andava bene?

Potevano anche lasciarlo in originale… Immaginati se avessero tradotto “Friends” con “Amici”…

Con 9 stagioni e oltre 200 episodi di circa 20 minuti ciascuno, c’è un bel po’ da guardare!

Dove guardarla: Prime Video, Disney+

Sex and the City

Restiamo a New York City, ma cambiamo decisamente genere ed ambientazione temporale!

Infatti siamo a cavallo degli anni 2000, e in questa serie seguiamo le avventure (sessuali e non) della scrittrice Carrie Bradshaw e delle sue migliori amiche.

È una serie che ha avuto grande successo ed un impatto enorme, influenzando la moda, il linguaggio e la cultura del suo tempo.

Dove guardarla: Now TV

Modern Family

Ecco una serie che forse non ha avuto in Italia lo stesso successo che ha avuto negli Stati Uniti…

A metà strada tra una sitcom ed un finto documentario (mockumentary), questa serie segue le vicende di una famiglia allargata, composta da tre diverse famiglie interconnesse.

I principali temi sono la vita sentimentale, la convivenza, il matrimonio e l’essere genitori al giorno d’oggi, ma anche le differenze culturali.

Con il suo particolare stile narrativo e l’umorismo intelligente, Modern Family è stata certamente una serie comica innovativa e di successo: 11 stagioni e 250 episodi di circa 20 minuti ciascuno.

Dove guardarla: Disney+

Inglesi

Sherlock

Io adoro Sherlock Holmes! Non nascondo che i libri di Arthur Conan Doyle sono stati tra i primi che ho letto, e probabilmente mi hanno trasmesso l’amore per la città di Londra, che ancora dura dopo tanti anni…

Questa serie TV è un adattamento moderno delle avventure del celebre detective londinese, e lo catapultano ai giorni nostri, con le nostre tecnologie.

Se questa premessa non basta ancora a convincervi, vi dico che le interpretazioni di Benedict Cumberbatch (nel ruolo di Sherlock Holmes) e Martin Freeman (nel ruolo del dottor Watson) sono eccezionali.

Casi intricati apparentemente irrisolvibili ed intuizioni geniali formano il puzzle imperdibile che è questa serie TV.

E poi è ambientata a Londra, dai…

Dove guardarla: Prime Video

The Crown

Come si fa a resistere alla narrazione degli intrighi di corte, nella famiglia reale più discussa dei giorni nostri?

Questa serie segue principalmente la regina Elisabetta II dalla sua ascesa al trono nel 1952 fino alla sua morte nel 2022. Beh, almeno dovrebbe essere questo il piano…

Attualmente infatti sono state pubblicate soltanto 5 stagioni, che arrivano fino al 1997, anno della morte della principessa Diana.

La serie è basata su eventi storici reali, ma ne offre una rappresentazione drammatizzata per enfatizzare intrighi, segreti e conflitti.

Una nota sul linguaggio: siamo a corte, quindi aspettati ovviamente un inglese molto posh!

Dove guardarla: Netflix

Doctor Who

“Doctor Who” originariamente era una serie TV di fantascienza creata dalla BBC, in onda dal 1963 al 1989.

È stata una delle serie più longeve nella storia della televisione, ed ha avuto un impatto immenso sulla cultura popolare britannica e internazionale.

Ma la serie che suggerisco qui è il suo remake, in onda per la prima nel 2005 ed ancora in produzione!

La trama segue le avventure di The Doctor, un viaggiatore spaziale quasi millenario che ha la capacità di rigenerarsi in un nuovo corpo quando viene ferito a morte.

In ogni episodio “i nostri eroi” si ritrovano a combattere creature aliene e mostri spaventosi, in una combinazione di azione e avventura, con un pizzico d’ironia.

Una serie cult in Inghilterra, ed un successo senza tempo a livello internazionale.

Dove guardarla: Su Prime Video, TimVision e presto anche Disney+

Downton Abbey

“Downton Abbey” è una serie TV del 2010, ambientata nel primo quarto del XX secolo.

La serie segue le vicende della famiglia aristocratica dei Crawley, e si svolge nella residenza di campagna che dà il nome alla serie.

La serie esplora le dinamiche della famiglia e dei loro rapporti con il personale di servizio in un’epoca segnata da cambiamenti sociali, dalla Prima Guerra Mondiale e da altri eventi tragici come l’affondamento del Titanic.

Dopo 6 stagioni e più di 50 episodi, la serie si è conclusa nel 2015.

Da tenere in considerazione: non siamo a corte, ma in ogni caso il linguaggio è piuttosto “aristocratico”…

Dove guardarla: Prime Video

Peaky Blinders

Ambientazione cronologicamente simile, ma tutt’altro linguaggio in questa serie TV ambientata nella città di Birmingham.

Questa volta la famiglia al centro delle storie sono gli Shelby, meglio noti come “Peaky Bilinders”, una banda di criminali spietati che nascondono dei coltelli nella visiera dei loro cappelli.

La serie è un ritratto crudo del mondo dei gangster inglesi degli anni ‘20, in un periodo di forti trasformazioni sociali ed economiche.

Il linguaggio non è dei più semplici, se consideriamo che è molto colloquiale, a volte volgare, e a conti fatti di un’altra epoca.

6 stagioni, 36 episodi… e forse un film in arrivo? Vedremo…

Dove guardarla: Netflix

Altre serie

Avrai notato che in questa lista mancano tante tra le serie TV più famose in assoluto.

Come mai? Ci sono alcuni motivi che mi hanno spinto ad escludere alcune di queste serie.

Anche se sono tra le più amate e seguite, usarle per imparare l’inglese è ben diverso dal guardarle per il puro intrattenimento.

Sotto questo punto di vista, inserire Peaky Blinders nella lista è stata quasi un’eccezione.

Infatti alcune serie hanno un linguaggio troppo specifico, troppo arcaico o troppo colloquiale.

In altri casi, la serie potrebbe risultare leggermente troppo complessa da seguire, se la usiamo per imparare l’inglese.

È il caso di Lost, forse la mia serie TV preferita di sempre!

Curiosità: è anche la prima serie che ho seguito dall’inizio alla fine completamente in lingua in originale!

Ma i tanti diversi accenti dei personaggi (provenienti da ogni angolo del mondo), e i continui colpi di scena effettivamente potrebbero essere aspetti difficili da gestire se non si è già ad un livello avanzato in inglese.

Altre serie, come Grey’s Anatomy e House MD (conosciuto in Italia come Dr House) possono essere difficili da seguire a tratti per il loro uso di un linguaggio medico, inevitabile data l’ambientazione.

Game of Thrones invece utilizza perlopiù un inglese di alto livello e ben curato, con accenti britannici o irlandesi. Alcuni popoli parlano addirittura delle lingue inventate, come il Dothraki e il Valyriano. Forse non il miglior mix per uno studente intermedio d’inglese…

Ma questo è solo il mio consiglio! Se sei fortemente motivato e vuoi assolutamente seguire una di queste serie per imparare l’inglese, non farti scoraggiare e vai avanti!

Tieni solo in considerazione queste valutazioni: se a volte andrai in difficoltà, non preoccuparti. È normale e prevedibile, specialmente con serie più complesse da seguire.

Conclusione

Imparare l’inglese con le serie TV è come prendere due piccioni con una fava!

Da un lato, ti rilassi guardando alcune delle serie più popolari, amate e discusse.

Dall’altro, migliori il tuo inglese senza neanche accorgertene!

Non ti resta che premere play, ma non dimenticare di attivare i sottotitoli!

Buona visione! Enjoy!

Impara le Lingue con me!

Iscriviti alla newsletter e ricevi i miei consigli direttamente al tuo indirizzo email!

Vuoi ricevere i miei consigli via email?

Iscriviti alla newsletter e scopri i miei segreti!
Logo Come Imparare le Lingue 1550x250 - Bianco