Le 10 lingue più parlate al mondo (nel 2023)

Raffaele Terracciano

Le 10 lingue più parlate al mondo

Introduzione

Quali sono le lingue più parlate al mondo?

Rispondere a questa domanda è più difficile di quanto si possa pensare…

La prima difficoltà da affrontare è scegliere se conteggiare soltanto i madrelingua di una specifica lingua, oppure anche quelli che l’hanno imparata più avanti, da ragazzi o da adulti.

Un altro dilemma è valutare il confine sottilissimo tra una lingua ed un dialetto: alcune lingue sono lingue ufficiali in diversi paesi, ma le varianti locali sono molto diverse tra di loro, al punto da essere reciprocamente comprensibili soltanto in parte. Al contrario, spesso due varianti molto simili vengono considerate ufficialmente come lingue separate per motivi politici più che linguistici.

Per stilare questa graduatoria ho utilizzato i dati di Ethnologue, ente internazionale di riferimento per quanto riguarda le statistiche in campo linguistico. E ho preferito calcolare le lingue più parlate prendendo in considerazione il numero complessivo di persone che le parlano o le hanno imparate.

Diamo uno sguardo al meraviglioso mosaico linguistico del nostro pianeta, e scopriamo insieme quali sono le lingue più parlate al mondo. Ci sono diverse sorprese che forse non ti aspettavi!

Le lingue

1. Inglese

Inglese, Londra

Molto probabilmente lo avevi già immaginato: la lingua più parlata al mondo, con 1,5 miliardi di persone, è proprio la lingua di Shakespeare. Per darti un’idea, sulla Terra siamo quasi 8 miliardi di persone, e quasi una su cinque parla inglese. Eppure, soltanto il 15% circa di queste persone sono madrelingua, e questo ci conferma che l’inglese è la lingua straniera più studiata al mondo.

Il motivo è semplice: l’inglese oggi è la lingua globale per definizione, quella che usiamo in giro per il mondo per viaggiare o per comunicare o lavorare in contesti internazionali. Prima lingua in paesi come Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Australia, è anche una delle lingue ufficiali di organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite e la NATO.

2. Cinese mandarino

Cinese, Shanghai

La seconda lingua più parlata al mondo è il cinese mandarino, con 1,1 miliardi di parlanti. La stragrande maggioranza di queste persone (sopra l’80%) è madrelingua, ed infatti il cinese è di gran lunga la lingua più parlata al mondo per numero di madrelingua.

È la lingua ufficiale di Cina e Taiwan, ha status ufficiale anche a Singapore, ed è riconosciuta come lingua minoritaria anche a Hong Kong, a Macau, in Malaysia e in Vietnam. A sottolineare ulteriormente la sua importanza sulla scena globale, il cinese mandarino è anche una delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite.

Oltre ad avere una crescente importanza in ambito economico, è una lingua ricca di storia che accompagna una cultura millenaria. I suoi caratteri distintivi sono i 4 toni per quanto riguarda la lingua parlata, e i tipici caratteri cinesi (漢字 o 汉字S, hànzì) per quanto riguarda lo scritto.

3. Hindi

Hindi, Nuova Delhi

Forse questa è la prima sorpresa di questa classifica, almeno per alcuni: con circa 600 milioni di parlanti, l’hindi è la terza lingua più parlata al mondo. Se però consideriamo che l’India è il secondo paese più popoloso del mondo, subito a ridosso della Cina, con 1,4 miliardi di abitanti, allora la sorpresa diventa un’altra: perché soltanto meno della metà degli indiani parla hindi?

L’India è uno dei paesi più ricchi dal punta di vista linguistico, in cui addirittura si contano 23 lingue e circa 2000 dialetti! Di queste lingue però soltanto due hanno status ufficiale: l’inglese e l’hindi. Nonostante ciò, non tutti i suoi abitanti parlano hindi.

L’hindi è una lingua indoeuropea, quindi più vicina a noi di quanto possiamo pensare, e strettamente correlata al sanscrito antico. Il suo sistema di scrittura si basa sull’alfabeto devanagari (देवनागरी).

4. Spagnolo

Spagnolo, Madrid

Da Madrid a Buenos Aires, passando per Ciudad de México e tante altri paesi e città, lo spagnolo è una delle lingue più amate e popolari, occupando il quarto posto di questa graduatoria, con circa 560 milioni di parlanti.

Di questi, circa l’85% è madrelingua. Parliamo di circa 470 milioni di persone che hanno lo spagnolo come lingua madre! Con questi numeri, lo spagnolo è la seconda lingua più parlata al mondo per numero di madrelingua.

Conosciuto anche come castigliano, in quanto originatosi nella regione spagnola della Castiglia, oggi è lingua ufficiale di 21 paesi, tra cui Spagna, Messico, Colombia, Argentina e molti altri. Le sue varianti possono anche essere molto diverse tra di loro, soprattutto in termini di pronuncia e vocabolario, ma nella stragrande maggioranza dei casi restano varianti reciprocamente comprensibili.

Anche lo spagnolo fa parte delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite.

5. Francese

Francese, Parigi

Quella che per tanti anni è stata la lingua franca dell’Europa mantiene la sua importanza a livello internazionale. Ad oggi lo parlano circa 310 milioni, ma la stragrande maggioranza di queste lo parla come seconda lingua: il francese è la seconda lingua più studiata al mondo, dopo l’inglese.

È la lingua ufficiale di 29 paesi, tra cui Francia, Canada, Belgio, Svizzera e molti paesi africani, tra cui Congo, Madagascar, Camerun, Costa d’Avorio e tanti altri. In altri paesi, come Marocco, Algeria e Tunisia, il francese è una lingua ampiamente utilizzata, pur non essendo lingua ufficiale.

Il francese è lingua officiale di oltre 30 organizzazioni internazionali, incluse le Nazioni Unite.

6. Arabo

Arabo, Abu Dhabi

Con 274 milioni di parlanti, l’arabo standard è la sesta lingua più parlate al mondo. È la lingua franca del mondo arabo, ufficiale in 26 paesi, distribuiti principalmente nel Medio Oriente e nel Nord Africa. È anche una delle lingue ufficiali di organizzazioni internazionali, come le Nazioni Unite, l’Unione Africana e la Lega Araba.

L’arabo standard è ampiamente utilizzato nei media, nella letteratura, nel diritto e negli affari in tutto il mondo arabo. Ma, secondo alcune interpretazioni, sarebbe più corretto parlarne al plurale, quindi “lingue arabe”. Infatti, le diverse varietà dell’arabo sono tantissime, almeno 30. Ed a seconda della distanza molto spesso alcune di queste varietà non sono comprensibili reciprocamente. Gli abitanti del Marocco, ad esempio, parlano una versione dell’arabo chiamata Darija, molto diversa dalla variante parlata nel Golfo Arabico, quindi in paesi come Qatar, Emirati Arabi e Arabia Saudita.

L’arabo è una lingua antica e ricca di storia, la cui versione classica è la lingua del Corano, il testo sacro dell’Islam.

7. Bengali

Bengali, Bangladesh

Anche conosciuto come bengalese, il bengali è la settima lingua più parlata al mondo, con oltre 270 milioni di parlanti.

È la lingua ufficiale del Bangladesh, ma ha status ufficiale anche in India, dove a livello nazionale rappresenta la seconda lingua più parlata dopo l’hindi.

Come l’hindi, è una lingua indoeuropea, in particolare indoaria, che affonda le sue radici nel sanscrito, ma anche nella lingua pali. Come sistema di scrittura utilizza il proprio alfabeto, l’alfabeto bengalese.

8. Portoghese

Portoghese, Lisbona

All’ottavo posto in questa graduatoria troviamo il portoghese, parlato da oltre 260 milioni di persone.

È la lingua ufficiale in nove paesi, tra cui i più noti sono Brasile e Portogallo. Ma il portoghese è anche la lingua di paesi come Angola, Capo Verde, Mozambico, Angola, e persino a Timor Est, paese del sud-est asiatico, e Macao, regione amministrativa speciale della Cina.

Ma oltre l’80% delle persone che parlano portoghese abita in Brasile. In particolare è molto interessante la differenza tra il portoghese del Portogallo e la sua controparte brasiliana: come per l’inglese e lo spagnolo e le loro varianti nel mondo, gran parte delle differenze sono di pronuncia e vocabolario, con il portoghese brasiliano che non nasconde le forti influenze subite dalle lingue indigene e dalle lingue africane.

9. Russo

Russo, Mosca

Appena dopo il portoghese, con 255 milioni di parlanti, abbiamo il russo, la più diffusa lingua slava. È la lingua ufficiale della Federazione Russa, ma anche di Bielorussia, Kazakistan e Tagikistan. In tanti altri paesi dell’ex Unione Sovietica, pur non essendo riconosciuta ufficialmente a livello nazionale, è ancora ampiamento diffuso. È una delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite.

Il suo sistema di scrittura è basato sull’alfabeto cirillico.

Tra le altre cose, il russo ha avuto un impatto considerevole sulle lingue slave circostanti. I parlanti di lingue slave che hanno familiarità con il russo spesso trovano più facile comprendere e comunicare con parlanti di altre lingue slave.

10. Urdu

Urdu, Chaukundi, Karachi

Al decimo ed ultimo posto di questa classifica, troviamo l’urdu, con circa 230 milioni di parlanti. L’urdu è la lingua ufficiale del Pakistan, è riconosciuta come lingua nazionale anche in India, ed è una lingua minoritaria anche in Bangladesh ed in Nepal.

È una lingua indoeuropea, indoaria come il bengali ed l’hindi, che abbiamo già incontrato. Ma è particolarmente stretto il suo rapporto con l’hindi, con cui condivide gran parte del vocabolario e della grammatica, al punto da essere reciprocamente comprensibili e talvolta considerate una variante dell’altra.

Una differenza importante tra hindi e urdu è il sistema di scrittura utilizzato: l’urdu infatti utilizza un proprio alfabeto ( اردو حروفِ تہجی, harūf-e-tahajjī) una modifica dell’alfabeto persiano, che è a sua volta un derivato dell’alfabeto arabo.

Conclusione

Ti aspettavi queste posizioni? Se da un lato si fa sentire forte l’aspetto della popolazione di singoli paesi o macro-aree, dall’altro lato ci sono altri fattori, come la diffusione delle lingue al di fuori delle nazioni di origine, dovuta alla storia coloniale di alcune nazioni europee, e la diffusione della cultura globalizzata dei giorni nostri.

Forse in maniera sorprendente per alcuni, non sono presenti lingue molto popolari come il tedesco ed il giapponese.

Il tedesco si trova a ridosso di questa classica, alla posizione 12, con 135 milioni di parlanti. La distribuzione geografica del tedesco è in gran parte concentrata tra la Germania, l’Austria e la Svizzera.

Il giapponese invece si trova alla posizione 13, con 125 milioni di parlanti. In questo caso, quasi la totalità delle persone che parlano giapponese si trova in Giappone.

E l’italiano? Purtroppo non è nella Top 10, e neanche nella Top 20… Parlano italiano circa 68 milioni di persone, cifra buona per la 29ima posizione globale.

Possiamo però consolarci con un altro dato: l’italiano è sesto nella classifica delle lingue più studiate al mondo!

Impara le Lingue con me!

Iscriviti alla newsletter e ricevi i miei consigli direttamente al tuo indirizzo email!

Vuoi ricevere i miei consigli via email?

Iscriviti alla newsletter e scopri i miei segreti!
Logo Come Imparare le Lingue 1550x250 - Bianco